dsc_0263
dsc_0273
dsc_0265
dsc_0266
dsc_0271
dsc_0252
dsc_0253
dsc_0255

 

SONO APERTE le iscrizioni ai CORSI DI Qi Gong,
Tai Chi Chuan e KenJutsu (Katana)

Qi Gong produce un alto grado di armonia tra mente e corpo.

Tai Chi Chuan L’intento di chi pratica il Tai Chi Chuan è quello di trasformare una debole energia, paragonabile ad un leggero soffio di vento, alla potenza di una tromba d’aria.

KenJutsu (Katana) Con il bokken, che à la stessa forma della Katana Giapponese “Tagliano” l’incertezza e il dubbio sviluppando l’azione immediata e folgorante. L’impulsività è così trasformata in spontaneità.

Per informazioni: Cattaneo Augusto
Tel. 320 40 66 822
info: asmeda2@interfree.it
DESCRIZIONE

QI CONG

IL QI GONG è un sistema unico, inventato dai cinesi per promuovere la salute e adattare l’individuo all’ambiente sociale e culturale in cui vive. Ciò che differenzia il QI GONG dagli altri sistemi di addestramento è l’uso della mente per regolare le prestazioni dei diversi organi del corpo, produrre un alto grado di armonia tra mente e corpo e favorire progressivamente il miglioramento nell’interesse della salute e delle longevità.
Il QI GONG è l’energia sottile presente nell’universo, l’energia vitale che prevade ogni cosa, noi Compresi, e fluisce attraverso il nostro corpo. Praticare QI GONG significa risvegliare e coltivare Il “QI” che spesso, per diversi motivi, è bloccato e non scorre liberamente, migliorare la propia salute fisica e mentale, prevenire e sconfiggere le malattie, fare emergere potenziali nascosti, creatività e capacità intellettuali superiori.
Il metodo utilizzato nell’insegnamento è un sistema efficace poiché una semplice tecnica viene descritta e contemporaneamente trasmessa a livello energetico. Durante i corsi si crea un potente e armonioso campo di energia che attiva il QI.

TAI CHICHUAN

Lo sviluppo tecnico del principio energetico del TAI CHI CHUAN (integrazione dinamica dello Ying e dello Yang) si dimostra particolarmente efficace nell’ambito della salute e del benessere. Il benessere aumenta grazie ad uno sviluppo energetico che si basa sullo studio completo e preciso di ogni movimento. La sensazione di benessere si origina in larga misura dal fatto che attraverso la pratica del QI GONG, si arriva ad essere in uno stato di buona salute. Una delle ragioni principali per cui TAI CHI è efficace per la salute e per il benessere, è il fatto che la gestualità del TAI CHI permette di rendere mobili le zone energetiche che si trovano all’interno del corpo, perché il TAI CHI divenga una forma dinamica di QI GONG, si deve portare particolare attenzione ai movimenti della colonna vertebrale e a quelli delle cerniere. I movimenti della colonna vertebrale e delle cerniere permettono infatti di attivare i Chakra, che sono le principali sedi energetiche del nostro corpo. La parola “CHI” significa letteralmente “Grande Limite” ovvero “energia, respiro, forza” che non è forza muscolare, ma energia interiore di ogni individuo, la sua vitalità. I punti principali o “percorsi preferenziali” attraverso i quali il “CHI” scorre, sono chiamati “meridiani”. L’esecuzione dei movimenti svolti in modo lento e armonioso sviluppa e rinforza tutto l’organismo e di conseguenza anche la circolazione del sangue ne trae vantaggio proprio in virtù della pratica di una respirazione profonda e del rilassamento dei muscoli.
Affinchè il CHI produca ed apporti i suoi benefici è necessario un allenamento costante, una adeguata concentrazione e rilassamento, e una corretta pratica respiratoria. Durante la meditazione e l’esecuzione della sequenza è molto utile abituare la mente a concentrarsi su un punto (Tan Tien), ed a mantenervi l’attenzione, con un atteggiamento psicologico calmo e sereno. Il TAI CHI CHUAN è anche chiamato Yoga Cinese, perché il ritmo uguale, l’estrema lentezza con cui si ripetono i movimenti di rara precisione, elastici e leggeri allo stesso tempo, favoriscono, a chi sa praticarli, la meditazione (con meditazione in movimento).
Obiettivo primario della pratica del TAI CHI CHUAN è la salute, il secondo è l’arte marziale in quanto il TAI CHI rientra nella categoria delle arti marziali. Ciascuno può praticare il TAI CHI come ginnastica dolce, danza, meditazione o arte marziale. Tutti questi aspetti sono presenti nella
disciplina e ognuno può praticare quello che più si addice alle proprie caratteristiche fisiche. Se svolto con regolarità e sotto la guida di un buon maestro, il TAI CHI può prevenire l’insorgenza di alcune malattie quali artrosi, reumatismi, in quanto i suoi esercizi riattivano le funzioni vitali
dell’organismo. I movimenti del TAI CHI CHUAN sono stati tramandati con rigore e devono essere eseguiti con estrema precisione perché si basano sulle conoscenze di anatomia, fisiologia umana e medicina tradizionale cinese che costituiscono la base dell’Agopuntura la quale in Occidente è considerata “medicina alternativa”.Tali movimenti producono un riequilibrio energetico simile a quello ottenuto con le sedute di Agopuntura o di Shiatsu.
Sul TAI CHI CHUAN esiste una bibliografia enorme che comprende sia vecchi testi di medicina tradizionale che numerose pubblicazioni scientifiche contemporanee da parte di Università Cinesi, Giapponesi e Statunitensi che ne attestano l’utilità come mezzo di prevenzione, metodo di cura e tecnica di riabilitazione in numerose patologie, nella terapia dei disturbi cronici e nelle convalescenze.
Per concludere è utile citare il pensiero di un grande pensatore Taoista Chung Tzu che così si espresse riguardo al CHI: ” il vento, se non è sufficiente non sarà in grado di sostenere grandi ali”: L’intento di chi pratica il TAI CHI CHUAN è quello di trasformare una debole energia, paragonabile ad un leggero soffio di vento, alla potenza di una tromba d’aria.

KENJUTSU (l’arte della spada giapponese)

La spada è simbolo di difesa e di giustizia. La pratica deve essere interpretata in senso esoterico è cioè giustizia e difesa contro la dualità e il conflitto interno. Lo studio del KENJUTSU è molto interessante e valido perché contiene la saggezza e perizia di tecniche millenarie,
quando sapere maneggiare al spada, significava avere salva la vita. Gli esercizi Con il BOKKEN, che ha la stessa forma della Katana Giapponese “TAGLIANO” l’incertezza e il dubbio sviluppando l’azione immediata e folgorante. L’impulsività è così trasformata in spontaneità.

 

Video: Lezione KENJUTSU